Spedizioni gratuite da 45 €
Puoi seguirci anche su
News
29/10/2018

Allerta meteo. Come comportarsi?

Siamo da sempre sostenitori del “Copriti bene” perché sappiamo quanto la brutta stagione porti con sé drastici crolli delle temperature, con conseguenti malanni di ogni tipo. Da un secolo ci preoccupiamo di proteggervi dai primi freddi e la canottiera è il nostro cavallo di battaglia.
Purtroppo quest’anno, dopo un incredibile e caldissimo inizio d’autunno, ci troviamo a far fronte ad una allerta meteo importante e che nulla ha a che vedere con gelate improvvise.
Anzi, è proprio questo grande caldo autunnale e il forte vento di scirocco che hanno generato il monsone che ora si sta abbattendo su tutta la penisola, causando danni a cose e persone. Quindi piogge torrenziali e temperature ancora elevate che scendono appena sotto i dieci gradi durante la notte, mentre un nulla di fatto per località che normalmente in questo periodo si troverebbero sotto la neve (che invece ha deciso di cadere solo quasi a 3000 metri). Il litorale non se la passa meglio, soprattutto quello Adriatico, con venti a velocità elevata, mareggiate e l’immancabile acqua alta a Venezia.

Una penisola messa in ginocchio dal maltempo, dai nubifragi, dai forti venti.
Qui da noi in Friuli-Venezia-Giulia la situazione non è rosea, anzi: allerta rossa e scuole chiuse. I fiumi si ingrossano rapidamente con conseguenti esondazioni ed a quanto pare la situazione non migliorerà, al contrario: peggioramenti previsti per metà settimana.
Speriamo vivamente che da ovunque stiate leggendo, lì tutto sia sotto controllo e che vi troviate al calduccio delle vostre case. Possiamo dire con certezza che nessuno metterà il naso fuori di casa con questo tempaccio a meno che non sia strettamente costretto o abbia una buonissima ragione per farlo. In questi casi è sempre bene seguire delle norme comportamentali che vi riportiamo sintetizzate qui sotto.

Norme comportamentali con allerta meteo

Esterno. Non muovetevi di casa se non è strettamente necessario. Nel caso in cui dobbiate uscire premunitevi di controllare se ci siano già impedimenti lungo il cammino e ripercorrete mentalmente il tragitto: evitate luoghi pericolosi come avvallamenti, guadi, tratti vicini ad argini, ponti ed in generale luoghi che si trovano più in basso rispetto al territorio circostante e che possono facilmente allagarsi.
Se la vostra auto si trova ai piedi di una strada in pendenza, spostatela e parcheggiatela in un’area elevata se possibile.

Interno. Se restate in casa, anche in questo caso allontanatevi da garage, seminterrati ed in generale spazi che potrebbero allagarsiStaccate gas e corrente in questi locali e munitevi di sacchi di terra e paratie se pensate sia il caso di proteggerli creando una barriera. Ovviamente spostatevi verso i piani superiori assieme a ciò che è di valore. Se possibile non bevete acqua di rubinetto, i sistemi di filtraggio degli acquedotti potrebbero non riuscire a far fronte all’aumento delle acque. Tenete sempre in casa una radio a pile, una torcia e, sperando che non dobbiate mai usarla, una cassetta del pronto soccorso. Inoltre, in caso di vento forte, fissate con cura tutto ciò che può essere soggetto a folate di vento.

Abbiate sempre a portata di mano i numeri utili della vostra zona per richiedere soccorso se necessario e tenetevi aggiornati sulla situazione e le allerte meteo.

Cosa faccio tutto il giorno?

Trascorrere intere giornate in casa può anche essere divertente, lo è probabilmente per quei bambini che oggi si sono trovati le scuole chiuse. Ma come far passare il tempo?

Netflix ci è alleato. Film, serie TV, documentari e qualunque intrattenimento audiovisivo possono aiutarci a far passare parte della giornata. Soprattutto se scoviamo una serie televisiva particolarmente accattivante per ritrovarci a guardare episodio dopo episodio senza poterci fermare. Ed è subito sera.
Un buon libro. Che sia romanzo, saggistica o la vostra preferenza, da secoli i libri sono fedeli compagni nei giorni di pioggia. Se non avete un libro già sul comodino, recuperate quello che avete lasciato in sospeso mesi fa con la promessa di finirlo un giorno, oppure andate a spulciare nella libreria di casa (si trova sempre un’opera che non sapevamo neanche di avere).
Se avete i bambini a casa, i giochi in scatola sono un adorabile passatempo per divertirsi tutti assieme. Monopoli, Scarabeo, Cluedo, Risiko, per citare solo i classici, ma la scelta è vasta. Oppure una bella partita a carte o a dadi. Per i più sofisticati anche gli scacchi sono un’ottima opzione che vi terrà occupati per un paio d’ore.
Quando fuori piove, si sa, scatta quel velo di malinconia. Quel bisogno di calore familiare il cui vuoto viene spesso colmato dal calore dei fornelli. Alzi la mano chi non ha mai preparato una torta in un giorno di pioggia battente. Il maltempo scatena la creatività in molti casi, non solo in cucina: se avete qualche passione o qualche manualità che vi piace potrebbe essere il momento giusto di sferruzzare, dipingere, suonare qualche strumento o anche solo riparare e portare avanti quelle due o tre cosette che avete lasciato sospese a casa, come per esempio il rimandatissimo cambio di stagione. Perchè succede, lo sappiamo...
Dicono che dormire sia un’ottima soluzione per tutti i mali e di sicuro questa pioggia monsonica invita ad infilarsi il pigiama e farsi una bella dormita. Perché non approfittare di questa pausa obbligata per riposarsi e recuperare le forze? Magari con una musica rilassante di sottofondo.

E mentre attendiamo...

Insomma, se siamo costretti a chiuderci in casa, cerchiamo perlomeno di farlo nel migliore dei modi mentre attendiamo che il maltempo se ne vada. Nel frattempo, auguriamo a tutti voi di essere riparati, caldi e asciutti. La Furlana